Le grotte di Aisone
>>
Iniziale
>
Escursionismo
>
Le grotte di Aisone
Aisone

Le grotte di Aisone

Incorpora questo articolo per accedervi offline

Breve percorso ad anello che, durante la salita, si appoggia a strade carrabili fino a Piron. Per la discesa a La Comba si propone una variante lungo un sentierino non segnalato, ma decisamente più intrigante di quelli "ufficiali".

L'itinerario conduce dapprima a piccole borgate dove si possono ancora ammirare i resti di alcuni tetti in paglia di segale, quindi tocca diverse cavità naturali utilizzate dall'uomo in epoca neolitica. Per l'ottima esposizione al sole, è una escursione ideale nelle mezze stagioni.


1 Patrimonio da scoprire
Archeologia

Le Grotte di Aisone

La natura calcarea delle rocce ha di certo favorito la formazione delle numerose cavità toccate da questo itinerario. Numerosi reperti, portati alla luce durante le campagne di scavo e ora conservati al Museo Civico di Cuneo, portano ad affermare che le grotte, che si aprono con ottima esposizione al sole ai piedi di strapiombanti pareti rocciose, sono state frequentate già in epoca neolitica, approssimativamente tra il 4800 e il 3500 a.C. e fanno riferimento alla cultura dei vasi a bocca quadrata. In epoche più recenti sono state utilizzate come riparo e ricovero dai pastori.

Leggere di più

Descrizione

Dalla strada statale n.21, a monte dell'abitato di Aisone (840 m), si imbocca la strada che sale a Case Piron. Si lascia a sinistra il sentiero che scende alle Grotte di Aisone (punto di rientro dell'anello) e si continua su strada fino a Case Piron (1031 m, 0:35 ore da Aisone).
Si prosegue a mezzacosta su una vecchia mulattiera nella Valletta del Rio Borbone. Poco prima dell'impluvio della valletta, si scende sulla sinistra verso Castellar delle Vigne.
Un mezzacosta pianeggiante conduce poi alla borgata Baile (1040 m, 0:25 ore da Case Piron).
Da Baile è possibile continuare fino a Castellar delle Vigne (1035 m), dove si trova un sentiero segnalato che scende a La Comba.
A Baile si scende tra le case (sud) fino all'ultima abitazione. Un sentierino (non segnalato) volge a est e prosegue la discesa nel bosco fino alla piccola radura in località La Comba (900 m, 0:15 ore da Baile).
Qui si incontrano ancora alcune costruzioni con il tetto in paglia ai piedi di caratteristici pinnacoli rocciosi.
Si segue in discesa per un breve tratto una sterrata che arriva da valle, abbandonandola poco dopo per un sentiero che si stacca sulla sinistra presso un palo della linea elettrica. Si traversa l'assolato pendio con saliscendi ai piedi di verticali pareti calcaree nelle quali si aprono varie cavità naturali, alcune facilmente accessibili, note come Grotte di Aisone (884 m, 0:20 ore da La Comba all'ultima grotta).
L'ultimo tratto di sentiero si ricongiunge alla strada sterrata già percorsa per salire a Case Piron.

Partenza : Aisone (840 m)
Arrivo : Aisone (840 m)
Comune attraversato : Aisone, Vinadio

Profilo altimetro


Accesso stradale e parcheggi

Da Borgo San Dalmazzo si risale la Valle Stura fino ad Aisone. L'itinerario ha inizio appena oltre l'abitato, al bivio (indicazioni stradali) per Piron.


Segnala un problema o un errore

If you have found an error on this page or if you have noticed any problems during your hike, please report them to us here: