Circuito dei laghi di Prals
>>
Iniziale
>
Escursionismo
>
Circuito dei laghi di Prals
Saint-Martin-Vésubie

Circuito dei laghi di Prals

Archeologia e storia
Fauna
Lago
Incorpora questo articolo per accedervi offline
Questo itinerario, dove le marmotte sono numerose, vi permetterà di accedere facilmente ai cinque piccoli laghi d'altitudine in mezzo alle praterie alpine. 


Lasciatevi trasportare in un universo in cui i ghiacciai, l'uomo e il tempo, hanno dato forma al paesaggio...




2 I patrimoni da scoprire
Fauna

Il culbianco (Oenanthe oenanthe)

Habitué dei prati alpini, riconoscibile in volo per la sua macchia bianca sul dorso e leggermente più grande del passero domestico, il culbianco è un migratore presente nel Mercantour solo d’estate.

Costruisce il suo nido con erbe secche, muschio e radici, spesso al riparo di una roccia o dentro una fessura.

Dal mese di settembre ritorna in Africa per trascorrervi l’inverno.

Leggere di più
Fauna

Le marmotte (Marmotta marmotta)

I luoghi preferiti delle marmotte sono sicuramente i prati alpini e i ghiaioni. Le troviamo spesso sull’itinerario dei laghi di Prals. Tendete l’orecchio: la marmotta ha un fischio stridulo, che le permette di avvertire i suoi simili di un pericolo imminente. Allora alzate lo sguardo: forse scorgerete un’aquila reale planare nei paraggi.

La marmotta può arrivare a pesare fino a 6kg prima dell’inverno, ma conserva la sua naturale agilità.

In primavera, dopo 6 mesi di letargo, esce dalla sua tana più snella. Riprende però presto l’alimentazione e la vita sociale, passando numerose ore al sole.

Leggere di più

Descrizione

Partendo dalla segnalazione 360, scendere fino alla segnalazione 361. Una salita graduale porta alla valle di Prals. Proseguire sempre in direzione dei laghi di Prals (segnalazioni 362 e 363). Arrivati alla piana di Prals (b364), lasciare il sentiero a destra che prosegue verso la bassa di Prals per continuare a sinistra fino ai laghi.

All’arrivo al primo lago, potete fare un giro per scoprire gli altri quattro.

Proseguire verso un piccolo pendio che vi permetterà di raggiungere la bassa dei Cinque Laghi a 2335m (b366). Il sentiero conduce alla valle di Fenestre. La discesa, molto sostenuta, porta ad un’antica fattoria (b359).

Per visitare il santuario, bisogna oltrepassare il ponte e seguire il GR (segnalato in rosso e bianco). Raggiungere quindi il punto di partenza tramite lo stesso sentiero.

 

 

Partenza : Parcheggio della fattoria della Madonna di Fenestre, Saint Martin de Vésubie
Arrivo : Parcheggio della fattoria della Madonna di Fenestre, Saint Martin de Vésubie
Comune attraversato : Saint-Martin-Vésubie

Profilo altimetro


Raccomandazioni

Nel cuore del parco
Il Parco Nazionale è un territorio naturale, aperto a tutti, ma soggetto ad un regolamento che è utile conoscere per preparare il vostro soggiorno.

Luoghi di informazione

Place du Général de Gaulle, 06450 Saint-Martin-Vésubie

https://www.explorenicecotedazur.com/

info.saintmartinvesubie@nicecotedazurtourisme.com

04 93 03 21 28

Saperne di più

La Colmiane, 06420 Valdeblore

https://www.explorenicecotedazur.com/

info.valdeblorelacolmiane@nicecotedazurtourisme.com

04 93 23 25 90

Saperne di più

Trasporto

Accesso alla Madone de Fenestre: randobus e navette. 
Maggiori informazioni presso l'office de tourisme di Saint-Martin-Vésubie (04 93 03 21 28).

Accesso stradale e parcheggi

A Saint-Martin-Vésubie prendere la strada  che porta alla Madonna di Fenestre, e percorrerla per 11 km. 

Parcheggiare al parcheggio della fattoria della Madonna, poco prima del santuario. 


Segnala un problema o un errore

If you have found an error on this page or if you have noticed any problems during your hike, please report them to us here: