Il Colle di Ciriegia
>>
Iniziale
>
Escursionismo
>
Il Colle di Ciriegia
Valdieri

Il Colle di Ciriegia

Incorpora questo articolo per accedervi offline

Agevole salita, di media durata, fino al Colle di Ciriegia, che assieme al Colle di Finestra costituisce uno dei valichi più frequentati tra la Valle Gesso e la Francia. Il percorso si snoda inizialmente su una comoda mulattiera, poi su buon sentiero.

Con l'esclusione dei pochi larici e qualche macchia di ontano verde all'inizio della salita, il vallone attraversato risulta assai selvaggio, interamente coperto da massi e detriti.


1 Patrimonio da scoprire
Storia e percorso storico

I Sentieri della Libertà

Tra l'8 e il 13 settembre 1943, all'indomani dell'armistizio, circa milleduecento ebrei civili e di ogni età e ceto sociale, provenienti da Saint-Martin Vésubie, varcarono le Alpi al seguito delle truppe italiane della IV armata. A piedi, attraverso due differenti vie, il Colle di Finestra e il Colle di Ciriegia, i profughi arrivarono rispettivamente a Entracque e Valdieri, dove vennero alloggiati in caserme e con mezzi di fortuna. Una targa commemorativa posta sul muro della casermetta al Colle di Ciriegia ricorda questi eventi.

Leggere di più

Descrizione

Attraversato il ponte in legno sul Torrente Gesso della Valletta, si segue la mulattiera che attraversa Pian della Casa del Re (1735 m). La mulattiera guadagna quota con alcuni ampi tornanti lungo pendii detritici inerbiti e radi larici fino ad un trivio: si trascurano a destra il sentiero per il Lago mediano di Fremamorta (non segnalato, riservato ad escursionisti esperti) e, a sinistra, la traccia (segnalata) per il Rifugio Regina Elena.
Poco oltre si ignora a destra il successivo sentiero per il Lago mediano di Fremamorta.
Superata una macchia di ontano verde, si aggira una frana con alcuni gradini in pietra. Giunti ai piedi di una balza rocciosa, la si supera con stretti tornanti e da due lunghi traversi, passando sul versante destro orografico del vallone e quindi nuovamente su quello sinistro.
Ora in ambiente detritico, la mulattiera si trasforma in sentiero e tocca i resti di un piccolo ricovero ex militare, poi supera alcuni grossi massi franati.
Salita una seconda balza detritica, si traversa sempre tra sfasciumi fino a una biforcazione: i due rami si ricongiungono ma conviene quello di sinistra.
La salita prosegue poi sul versante destro orografico; si trascura a sinistra la mulattiera che si collega al Vallone di Balma Ghiliè, ci si porta nuovamente in sinistra orografica del vallone e, con ampi tornanti abbastanza ripidi, si rimonta la china di sfasciumi che adduce alla grossa casermetta costruita a difesa del colle.
Il Colle di Ciriegia (2543 m, 2:35 ore da Pian della Casa del Re) si trova pochi metri oltre i ruderi dell'edificio militare.

Partenza : Pian della Casa del Re (1735 m)
Arrivo : Colle di Ciriegia (2543 m)
Comune attraversato : Valdieri

Profilo altimetro


Raccomandazioni

Nel cuore del parco
Il Parco Nazionale è un territorio naturale, aperto a tutti, ma soggetto ad un regolamento che è utile conoscere per preparare il vostro soggiorno.

Accesso stradale e parcheggi

Da Borgo San Dalmazzo si risale la Valle Gesso. Superato Valdieri si continua fino a Terme. Senza entrare in paese, si sale a sinistra nel Vallone della Valletta fino al termine della strada (sterrata nell'ultimo tratto) presso Pian della Casa.


Segnala un problema o un errore

If you have found an error on this page or if you have noticed any problems during your hike, please report them to us here: