L'anello dei Laghi di Fremamorta
>>
Iniziale
>
Escursionismo
>
L'anello dei Laghi di Fremamorta
Valdieri

L'anello dei Laghi di Fremamorta

Incorpora questo articolo per accedervi offline

Una delle escursioni più spettacolari all'interno del Parco: la salita, lunga e un poco faticosa, è pienamente ripagata dai panorami sull'Argentera. La discesa su Pian della Casa implica il rientro al punto di partenza dell'itinerario sulla la rotabile sterrata di fondovalle.

Pendii coperti di arbusti, lariceto rado e infine detriti conducono allo specchio di Fremamorta, incredibile balcone affacciato sulla Serra dell'Argentera. Ben quattro i laghi, allineati in fila indiana a pochi minuti gli uni dagli altri, che colorano di blu un ambiente dominato dalle tonalità grigie e marroni delle rocce.


1 Patrimonio da scoprire
Storia e percorso storico

Il Ricovero Umberto I

Si tratta di una grossa caserma per 130 uomini e 4 ufficiali. Costruita nel 1894, fu riattata in tre successive occasioni, l'ultima delle quali nel 1934. Ad essa si devono un locale addossato all'edificio principale, verosimilmente la cucina, ed un locale a sé stante. Poco sopra la caserma, si trovano i ruderi di un vecchio magazzino-scuderia.

Leggere di più

Descrizione

Dal posteggio di Gias delle Mosche (1592 m), si scende verso Terme e si imbocca la pista sterrata che si stacca a sinistra. Si abbandona la pista per il sentiero a destra che attraversa su ponte il Torrente Gesso della Valletta.
Si risale una conoide detritica poi si prosegue con una infinita serie di tornanti all'interno del rado lariceto. Il sentiero traversa a sud, perde quota per aggirare un tratto in frana, e riprende a salire. Una lunga serie di tornanti conduce alla mulattiera ex militare che collegava Valscura con Fremamorta, raggiunta al Lago sottano di Fremamorta (2354 m, 2:45 ore dal posteggio).
Si va a sinistra e, passata la traccia a sinistra per il Bivacco Guiglia (2426 m, digressione consigliata per il panorama), si giunge al Lago mediano di Fremamorta (2375 m).
Si ignora il sentiero per Pian della Casa e si continua fino ai ruderi della grossa Caserma Umberto I, dove si trova un altro bivio a sinistra per Pian della Casa, utilizzato per il rientro.
Prima però è consigliata la digressione fino ai due Laghi soprani di Fremamorta (2371 m il maggiore di essi, 0:30 ore dal Lago sottano di Fremamorta).
Ritornati alla Caserma Umberto I, si imbocca (ora a destra) il sentiero che si congiunge con la mulattiera proveniente da Pian della Casa. La si segue verso destra, scendendo ai margini della conca del Gias sottano della Losa (qui si ignora a sinistra una traccia per Pian della Casa, per escursionisti esperti), e si risale a valicare un costone.
Sul crinale si trascura a destra il sentiero per il Colle di Fremamorta e si riprende a scendere con numerosi tornanti fino ad immettersi sul più ampio sentiero diretto al Colle di Ciriegia. Si va a sinistra e si giunge a Pian della Casa del Re (o solo Pian della Casa, 1735 m, 2:00 ore dai Laghi soprani di Fremamorta).
Attraversato il torrente su un ponte, si percorre la sterrata in direzione di Terme e si torna al posteggio di Gias delle Mosche (1592 m, 0:30 ore da Pian della Casa del Re).

Partenza : Posteggio di Gias delle Mosche (1592 m)
Arrivo : Laghi soprani di Fremamorta (2371 m)
Comune attraversato : Valdieri

Profilo altimetro


Raccomandazioni

Nel cuore del parco
Il Parco Nazionale è un territorio naturale, aperto a tutti, ma soggetto ad un regolamento che è utile conoscere per preparare il vostro soggiorno.

Accesso stradale e parcheggi

Da Borgo San Dalmazzo si risale la Valle Gesso. Superato Valdieri si continua fino a Terme. Senza entrare in paese, si sale a sinistra nel Vallone della Valletta fino al posteggio di Gias delle Mosche.


Segnala un problema o un errore

If you have found an error on this page or if you have noticed any problems during your hike, please report them to us here: